Ospedale di Desenzano
Home - OspedaliOspedale di Manerbio

Ospedale di Manerbio

Via Lungomella Valsecchi, 2 – 25025 Manerbio (Bs)
Tel. 030.9929.1

bolini rosa bolini rosa bolini rosa

Direttore Medico di Presidio
Dr.ssa Emanuela Marinello

 

 Come raggiungerci

Auto

L’Ospedale è ubicato nelle immediate vicinanze del centro di Manerbio, in zona facilmente accessibile per chi proviene dalla Strada Statale 45bis, dall’autostrada A21 Brescia-Piacenza e dalla strada provinciale Lenese.

Il presidio è dotato di parcheggi.

Sono presenti posti riservati a particolari categorie di utenti e mezzi.

 

Autobus

La fermata degli autobus della linea Brescia-Cremona è situata in Piazza Italia, a circa 400 m dall’accesso pedonale dell’Ospedale, in Via Marconi 15.

 

Treno

La stazione ferroviaria di Manerbio, posta lungo la linea Brescia-Cremona, dista circa 1,5 km dall’accesso pedonale dell’Ospedale, in Via Marconi 15.

 

 Orari e modalità di accesso

Orari di visita ai degenti

Per motivi igienico sanitari sono sospese le visite ai degenti in tutti gli ospedali dell’Azienda.

I famigliari saranno contattati telefonicamente dal personale sanitario per gli aggiornamenti sulle condizioni clinico-assistenziali dei pazienti ricoverati.

È consentito l’accesso di un famigliare solo per:

– pazienti pediatrici
– pazienti che necessitano di assistenza (con autorizzazione del personale di reparto)

 

 

Orari camere mortuarie

Tutti i giorni: 8.00 – 18.00

Le camere mortuarie sono situate posteriormente al complesso ospedaliero.

 

Modalità di accesso di persone e animali d’affezione

Leggi il regolamento di accesso ai locali degli ospedali dell’ASST del Garda

 

 La vita in ospedale

 

Servizi ristoro

Il bar, collocato al piano terra in prossimità dell’entrata principale, è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7,00 alle 19,00; il sabato e i festivi dalle ore 7,00 alle 14,00.
Nell’atrio dei piani sono presenti distributori automatici di bevande calde, fredde e snack confezionati.

 

Giornali e riviste

Possono essere acquistati presso il bar dell’Ospedale. È attivo un servizio di ditribuzione presso Unità Operative e Servizi.

 

Servizio bancomat

Presso l’ingresso principale è attivo uno sportello bancomat.

Agli Uffici Cassa è possibile effettuare i pagamenti a mezzo POS/bancomat/carta di credito.

Fiori freschi

Nell’atrio dell’ingresso principale dell’Ospedale è presente un distributore automatico di fiori freschi.

 

 Cappellania

In considerazione delle misure per la prevenzione e gestione epidemiologica da Covid-19, fino a nuove disposizioni la cappella del Presidio è chiusa alle visite.

 

La Cappellania “SS. Redentore” offre supporto religioso e morale presso l’Ospedale di Manerbio.

Il Cappellano incaricato è sempre reperibile per urgenze e disponibile per confessioni e colloqui. Può essere contattato rivolgendosi al personale infermieristico di Unità Operativa.

 

Servizio religioso

La Santa Messa trasmessa in diretta sul canale 10 dei televisori delle camere di degenza la domenica alle ore 17.00.

 

 Ospedale senza lattice - Latex Free

Presso i nostri Ospedali è possibile accedere a percorsi latex-free riservati alle persone con allergia al lattice.

Per ulteriori informazioni.

 Servizio di mediazione culturale

L’Azienda ha attivato un servizio di mediazione culturale per l’area materno-infantile e, in situazioni di urgenza, anche per le altre aree.

Scopo dell’attività è:

  • favorire l’accesso della popolazione di origine straniera ai servizi sanitari aziendali
  • rimuovere gli ostacoli linguistico culturali che impediscono la comunicazione fra operatori italiani e utenti stranieri
  • consentire l’erogazione di prestazioni sanitarie più efficaci nel rispetto delle diversità culturali dell’utenza
  • promuovere la capacità di orientamento nei servizi e nel territorio della popolazione di origine straniera

 

Gli interventi di mediazione, realizzati da una cooperativa, sono garantiti da mediatori culturali madrelingua dei principali ceppi linguistici (arabo, cinese e indo-pakistano) ed eventualmente di altre lingue.
I mediatori sono specificamente preparati e, proprio perché provengono da diverse aree geografiche, conoscono, oltre che la lingua e la cultura dei paesi d’origine, anche quelle del contesto locale.

Le attività di mediazione consistono in:

  • servizio di interpretariato linguistico e di mediazione socio-culturale svolte nel corso dell’erogazione dei servizi sanitari, in presenza di operatore e cittadino straniero
  • attività di informazione, orientamento, accompagnamento rivolte ai cittadini stranieri
  • attività di informazione, formazione, consulenza rivolte agli operatori
  • attività di traduzione delle informative sanitarie

 

Il mediatore culturale è presente in Ospedale in giorni ed orari stabiliti, ma può intervenire anche al di fuori di essi in caso di necessità su richiesta dagli operatori sanitari.